La Macchina Celeste di Antikythera:

frammenti di genio di una scienza leggendaria

 

 

Da sempre affascinato da questo meccanismo, per anni ho covato l'intenzione di saperne di più, fino a costruirne un modello meccanico. Un'esperienza di parecchi mesi, al termine della quale ho maturato qualche opinione del tutto personale, e non del tutto ortodossa, al riguardo.

 

Dall'introduzione della conferenza e presentazione al Planetario di Milano (10 maggio 2007):

"Nel 211 A.C. i Romani espugnarono Siracusa. Il console Claudio Marcello non riuscì a risparmiare la vita di Archimede, ma riportò a Roma una delle sue creazioni più fantastiche: un meccanismo planetario che riproduceva le posizioni del Sole, della Luna, e degli astri erranti del firmamento. Di questa macchina non rimangono che disperse testimonianze dei romani eruditi che ne videro e compresero l'eccezionale significato, ma senza che alcuno ne tentasse mai più una replica nè un disegno tecnico.

Poco più di un secolo dopo, l'isola di Rodi era una delle basi navali di Roma, stavolta in guerra col regno del Ponto. A Rodi aveva operato tra gli altri uno dei massimi astronomi dell'antichità, Ipparco di Nicea, in un periodo e un ambiente di fermento scientifico senza precedenti nella storia del mondo, ed intensi rapporti di scambio con le grandi scuole di ricerca alessandrine.

Attorno all'85 A.C. una nave da 300 tonnellate carica di oggetti preziosi, verosimilmente bottino di guerra, salpò da Rodi alla volta di Roma, ma non vi giunse mai.

Circa duemila anni dopo un gruppetto di palombari, a caccia di spugne nelle acque di Antikythera, si imbattè casualmente nel relitto della nave, ad oltre 40 metri di profondità. Tra il 1900 e il 1901 vennero recuperati innumerevoli oggetti di valore, ed in particolare i resti di un meccanismo ad ingranaggi, che solo verso metà del secolo ha cominciato a rivelare la sua eccezionale importanza agli studiosi: è parte di una macchina astronomica, che rivela una finezza di progetto sinora ritenuta impensabile per quell'epoca, poiché non è dato trovare più null'altro di simile per il successivo millennio e mezzo.

Dopo un altro mezzo secolo e ulteriori analisi, l'indagine non solo non appare conclusa, ma continua a generare sempre più domande e sorprese. Quel che appare certo è che ci troviamo di fronte ad una creazione discesa dagli studi e dai progetti geniali di Archimede, Ipparco e Posidonio, ma che ancora non acconsente a svelarceli quanto vorremmo.

Al Planetario vengono presentati il quadro delle ultime ricerche, la struttura tridimensionale secondo le idee più recenti (2006), con tutte le sue nuove certezze e nuove domande, ed un modello meccanico funzionante secondo questi schemi: il primo - e sinora unico - realizzato in Italia… dove quella nave sarebbe dovuta giungere."

 

 

Le immagini sono commentate direttamente; per i modelli 3D e video, insieme a ciascuno viene fornita una nota completa per tutti.

Prima di scrivermi, leggete per favore quella nota...

I diritti per tutto il materiale presentato qui sono dell'autore.

 

(Ultimo aggiornamento: giugno 2012)

 

Macchina di Antikythera: costruzione
Immagini e commenti miscellanei della costruzione (nuova pagina).

Antikythera VRML

Modelli VRML schematici delle versioni della Macchina secondo Price, Bromley, the Antikythera Project Research Group, e quest'ultimo da me modificato (.wrl, 1.9 Mb).

Antikythera VRML

Modello VRML schematico della mia versione soltanto (.wrl, 660 Kb).

Antikythera video

Video esplicativo del modello virtuale (vers. 4, piena risoluzione, .avi-Divx, 64 Mb).

Antikythera filmato

Il modello reale in movimento (filmato .divx, 7Mb).

Antikythera quadrante anteriore

Il pannello anteriore.

   

Antikythera quadrante posteriore

Il pannello posteriore.

Macchina di Antikythera al Planetario

La Macchina al Planetario di Milano (maggio 2007).

Antikythera Atene

La Macchina allo Ionico Kentro di Atene, accanto alle repliche di Wright e Kriaris (ottobre 2008).

Antikythera Milano

La Macchina al Museo della Scienza Leonardo da Vinci a Milano (gennaio 2012).

Antikythera Berlino

La Macchina al Pergamon Museum di Berlino (giugno 2012; copyright Topoi / Bernd Wannenmacher).

 

Registrazione audio del ciclo di tre conferenze "Alta tecnologia nell'antico mondo greco" al Planetario di Milano:

 

1) - Mauro Arpino: L'enigmatica misura delle dimensioni della Terra nel 250 a.C. - Come ci riuscì realmente Eratostene? (.mp3, 19 Mb.)

2) - Mauro Arpino: Tracce inaspettate di una scienza perduta - Pianeti, teorie, persino ingranaggi... (.mp3, 19 Mb.)

3) - Mogi Vicentini: La Macchina celeste di Antikythera - Frammenti di genio di una scienza leggendaria (.mp3, 26 Mb.)

 

 

Ulteriori sviluppi : un nuovo modello virtuale della Macchina completa di pianeti, secondo la ricerca e la ricostruzione meccanica di Michael Wright

 

Antikythera Vicentini - Wright

Antikythera 2008-2009 (avi-Divx, 180 Mb)

Per saperne di più su questa ricostruzione

 

 

 

Temi di scienza antica (e riflessioni sull'attuale): libri scaricabili direttamente

 

Nostromics

Le idee dell'astronomia - Mauro Arpino (PDF, 12 Mb)

Anassimandro, la natura del pensiero scientifico - Carlo Rovelli (PDF, 4 Mb)

 

 


 

-

 Campionario multimediale

-

L'autore

collegamenti

Collegamenti